News | 28 maggio 2020

Nuova sede Petronas Research Center a Santena (Torino)

Nuova sede Petronas Research Center a Santena (Torino)
NL | 05 2020

Nuova sede Petronas Research Center
a Santena (Torino)

NL | 05 2020 

La multinazionale malese Petronas Lubricants che opera nel settore degli oli lubrificanti per il settore automobilistico e industriale, con sede in 23 Paesi del mondo, ha deciso di raggruppare ed ampliare le attività di ricerca in un nuovo complesso ubicato nel comune di Santena, il Centro Ricerche Petronas, su un lotto di terreno di circa 80mila metri quadrati, adiacente all'attuale stabilimento produttivo.
Obiettivo principale del progetto, firmato dallo studio 967Arch, in collaborazione con F&M Ingegneria e lo studio inglese di Broadway Malyan, è stato quello di formulare una proposta architettonica poco impattante, in armonia con il contesto, prevalentemente agricolo.
Il disegno dei campi coltivati, visti dall’alto, è un segno significativo del tessuto paesaggistico della zona. Il progetto ripropone questa trama in maniera innovativa, avvolgendo l’involucro dell’edificio con un rivestimento colorato in asse con le linee dei tracciati agricoli, adattandoli alla forma dell’edificio.
Un involucro con l’utilizzo di cromatismi naturali che dona al nuovo Centro Ricerche Petronas un’immagine identitaria ma al contempo coerente al territorio che lo ospita.
 

Un core sostenibile 
ll complesso edilizio, che si sviluppa su una superficie complessiva di 17.000 mq, si compone di due corpi di fabbrica interconnessi, l’uno con prevalenza di attività ad uso ufficio, l’altro con attività di tipo prevalentemente industriale.
Il progetto e la realizzazione del centro ricerche hanno tenuto conto della valutazione del suo impatto sull’ambiente. Le risorse che sono state impiegate per la sua realizzazione, l’utilizzo di materie prime, il comfort interno, l’energia che consuma per il suo funzionamento e per le sue attività, sono stati fattori determinanti per l’esito del design. La progettazione preliminare del nuovo Centro Direzionale è stata da subito orientata ad un approccio che valutasse tutti gli aspetti possibili e che avesse l’obiettivo di una certificazione globale, quale quella attualmente riconducibile alla certificazione LEED.
L’ingresso principale all’edificio è situato lungo l’asse che divide le due ali del complesso: quella Ovest ospita i laboratori, le aree tecniche, le celle prova e l’officina mentre quella Est contiene l’auditorium, l’area espositiva, gli uffici al servizio dei laboratori e il ristorante aziendale, insieme alle funzioni di sicurezza e sorveglianza.
Il nuovo centro R&T Petronas, sfruttando i freni elettrici utilizzati nelle celle prova, converte l’energia meccanica prodotta durante il test in energia elettrica, con una rigenerazione stimata di circa 1,6 MW.
Questa energia viene riutilizzata all’interno dell’impianto oppure ceduta alla rete, aggiungendo così un ulteriore plus tecnologico ad un’impiantistica tecnologicamente all’avanguardia. 

Percorsi fisici e di comunicazione 
“Per un anno abbiamo lavorato solo con lo staff tecnico dell’azienda con il quale abbiamo condiviso il valore di utilizzo dell’edificio come un marketing tool”, racconta Cesare Chichi dello studio 967Arch, “È infatti tutt’oggi utilizzato per gli eventi, dalla presentazione delle nuove vetture agli incontri con le testate giornalistiche e i partner. L’edificio è progettato con percorsi e quinte sceniche personalizzate a seconda della tipologia di visitatore anche rispettando la segretezza delle aree della ricerca”.
“Per gli arredi, abbiamo seguito la gara dei fornitori” prosegue Chichi, “E l’azienda ha accolto le nostre indicazioni; per i contenitori metallici abbiamo proposto Dieffebi utilizzando la linea Primo, DotBox e le cassettiere. Arredi con finalità molto funzionali ed adottati negli uffici dei tecnici. Tutto il contenimento, anche nella parte direzionale, è realizzato con arredi Dieffebi”. I contenitori in metallo sono in classe 1 di resistenza al fuoco, sono molto durevoli e con una elevata qualità costruttiva. La possibilità di contenere il carico di incendio consente ai progettisti una maggiore libertà progettuale nella scelta di finiture e arredi meno performanti dal punto di vista della normativa antincendio. 

Scheda progetto
Superficie di intervento 
17000 metri quadrati 
Importo dei lavori 
35 milioni di Euro 
Committente 
Petronas Lubricants Italy 
Progettisti 
Studio 967Arch 
Team progettuale 
Studio 967Arch, F&M Ingegneria, Broadway Malyan

Nuova sede Petronas Research Center a Santena (Torino)
Nuova sede Petronas Research Center a Santena (Torino)
Nuova sede Petronas Research Center a Santena (Torino)
Nuova sede Petronas Research Center a Santena (Torino)
Nuova sede Petronas Research Center a Santena (Torino)

Newsletter Dieffebi

Rimani sempre aggiornato

Confermo di aver letto e compreso la Dichiarazione sulla privacy.
connessione in corso
si è verificato un errore